DOTE

 In dote

Per dote si intendeva un tempo anche l’insieme delle verdure che si mettevano a cuocere con il bollito o con il minestrone. All’ortolano, mia nonna chiedeva in dialetto: «Ch’el me daga la dote» (Mi dia la dote) e lui metteva in un cartoccio sedano, carota, cipolla, patata, prezzemolo, aglio.
(Luciana Cella)

Articoli recenti